Nel 2017 il Gruppo Seniores ha portato a termine cinque gite con cadenza mensile, da aprile a settembre, (agosto escluso), con una media partecipanti di 36 persone/gita, accompagnatori compresi, per un totale di 183 presenze. Il gruppo si è ulteriormente ampliato, sia come partecipanti sia come collaboratori, il che ha consentito di gestire le gite potendo frazionare il gruppo quando si è reso necessario. Sono stati 22 i non soci che hanno partecipato alle cinque gite. Il bel tempo non è mancato, salvo in un paio di occasioni, anche se non ha creato problemi durante le escursioni.
Il programma del 2018 propone ancora cinque gite, con dislivelli contenuti, percorsi non troppo impegnativi, ma mai banali, uno ai Colli Euganei e ben quattro sulle Dolomiti. Ci sarà qualche cima in meno da raggiungere, ma i luoghi hanno tutti una notevole valenza paesaggistica.
Tra gli obiettivi di quest’anno ci sarà quello di ampliare il numero dei collaboratori di gita in modo da garantire la possibilità di creare sottogruppi, sempre accompagnati, per dare l’occasione anche ai meno allenati di godere una piacevole giornata di montagna.

Programma uscite 2018

Colli Euganei – Giro del Monte della Madonna

Giovedì 26 aprile

Attenzione!!! L’uscita è stata posticipata al 26 aprile

Il monte della Madonna è il secondo per altitudine dei Colli Euganei ed è probabilmente il più frequentato sia per il Santuario, che per il parco giochi e divertimento delle Fiorine.

La nostra escursione partirà dal paese di Rovolon per andare a imboccare il sentiero 17 che gira intono al Monte guadagnando quota per arrivare prima alla antica chiesetta di Sant’Antonio Abate e più avanti al parco Fiorine.

A portata di “piede” ci sarà anche il monte Grande che offre un altro giro ad anello per bosco e, ripreso il sentiero 17, si continuerà il percorso fino a scendere a Rovolon.

Caratteristiche tecniche
Dislivello: 325 metri salita e in discesa
Tempo di percorrenza: 5 ore 
Informazioni
Partenza: ore 7.00

Apertura iscrizioni: martedì 3 aprile

Val Canali – da Cant del Gal al Col dei Cistri

Giovedì 24 maggio

La Val Canali, essendo a fondo chiuso, non ha strade che l’attraversano e quindi offre per prima cosa una grande tranquillità.

La nostra escursione rimarrà a quota relativamente bassa e andrà a collegare alcuni luoghi spettacolari, là dove il bosco offre delle radure e il panorama sulle vette circostanti appare all’improvviso. Strade forestali e sentieri di vario tipo collegheranno i Prati Piereni, la conca di malga Fosne, il Col dei Cistri, i prati di malga Canali in una sequenza di suggestioni visive che faranno passare in secondo piano le fatiche dell’escursione.

Non è escluso che alcuni taglieri di formaggi e speck possano alla fine premiare i partecipanti alla gita.

Caratteristiche tecniche
Dislivello: salita 610m; discesa 560m
Tempo di percorrenza: 5 ore 

Informazioni
Partenza: ore 6.30

Apertura iscrizioni: martedì 8 maggio

Val di Zoldo – Da Staulanza al Sass di Formedal

Giovedì 21 giugno

Il Sass di Formedal è cima di nome, ma non di fatto perché non è ben individuabile; fa parte di una dorsale che dal monte Ponta arriva alla base del Pelmo. Lo si raggiungerà da forcella Staulanza, con un percorso a saliscendi con vista panoramica sulla Val di Zoldo e le vette circostanti, i vicini Civetta, Antelao e Pelmo e le più lontane montagne friulane.

Il sentiero è quello che arriva al Rif. Venezia, ma ad un certo punto sarà abbandonato per arrivare al Sass di Formedal, la cui cima potrebbe non riuscire ad accogliere tutto il gruppo, se sarà numeroso.

Un breve passaggio su roccette aggiungerà un po’ di sale sulla coda dell’escursione.

Il ritorno avverrà per un tratto sullo stesso percorso, poi si scenderà ripidamente per arrivare a Palafavéra.

Caratteristiche tecniche
Dislivello: salita 240m; discesa 470m
Tempo di percorrenza: 5 ore 

Informazioni
Partenza: ore 6.30

Apertura iscrizioni: martedì 5 giugno

Valparola – Anello attorno al Sass di Stria

Giovedì 19 luglio

Il Sass de Stria sarà “attore non protagonista” di questa escursione perché gli si girerà attorno, contornando tutti i suoi fi anchi partendo dal passo Valparola, Forte Tre Sassi.

Il percorso sarà vario, all’inizio per sentiero su prato per scendere verso passo Falzarego, poi si risalirà il fi anco est per salire alle postazioni austriache della Grande Guerra, si proseguirà in discesa sotto il lato ovest, attraversando un ghiaione, infine si risalirà fino a raggiungere la conca del laghetto Valparola e da lì in breve al punto di partenza.

Se non ci si sarà stancati troppo, con poco dislivello si potrà raggiungere il Piz Ciampei, una cimetta secondaria con vista panoramica sulla Val Badia

Caratteristiche tecniche
Dislivello: 300 metri in salita e in discesa
Tempo di percorrenza: 5 ore 
Informazioni
Partenza: ore 6.00

Apertura iscrizioni: martedì 3 luglio

Val Fiorentina – Dal Rif. Fiume, verso Mondeval

Giovedì 13 settembre

Risalendo la Va di Zoldo, si scavalcherà Forcella Staulanza per scendere ad un parcheggio in Val Fiorentina, sotto la parete nord del Pelmo.

Il primo tratto sarà su strada forestale per salire fi no al rif. Fiume dal quale parte il sentiero che sale ancora e passa vicino a forcella de la Puìna, punto panoramico sulla valle del Boite. Si prosegue verso le Rocchette di Prendéra e la omonima malga.

Da lì con ancora un poco di dislivello si raggiungerà la forcella Col Duro, dalla quale si potrà ammirare la conca di Mondeval con il luogo della celebre sepoltura dell’uomo preistorico del periodo mesolitico.

Ritorno per lo stesso percorso, ma sarà come un’altra escursione, ammirando le montagne che all’andata erano alle spalle.

Caratteristiche tecniche
Dislivello: 620 metri in salita e in discesa
Tempo di percorrenza: 6,5 ore 
Informazioni
Partenza: ore 6.30

Apertura iscrizioni: martedì 28 agosto